mercoledì 3 ottobre 2007

Frugalità


la tavola del contadino

olio su tela 50/70 di Pino Santoro (1981)

5 commenti:

  1. ceglieterrestre3 ottobre 2007 08:41

    Non posso commentare, sono al buio, tornerò quando vedo. Ciao

    RispondiElimina
  2. ceglieterrestre3 ottobre 2007 13:24

    Adesso vedo una tavola che mi sembra di conoscere. Saluti a tutti franca

    RispondiElimina
  3. La conosci Franca e ti aspetta ancora tante volte.

    RispondiElimina
  4. Pino saresti daccordo se scrivessimo insieme qualcosa sulla civiltà contadina, la decrescita, tradizioni ecc proponendo un modello di sviluppo rurale per il nostro territorio?

    RispondiElimina
  5. Dylan, se ne può parlare. Io credo che basterebbe un consumo e un utilizzo più oculato delle risorse alimentari e non. Per me è abbastanza facile perché vengo da un ambiente in cui tutto aveva un valore e non c'era la cultura dello spreco. Anche se non è il mio mestiere ho voluto imparare tutto il possibile della campagna, innesti, potatura, colture varie, semine. Nell'arco dell'anno il risultato positivo, anche sull'economia, si avverte e i prodotti sono sicuramente più genuini di quelli che si acquistano, dalla frutta all'olio, dagli ortaggi ai cereali. Vale davvero la pena portare avanti questo discorso perché i nostri prodotti non hanno niente da invidiare a quelli degli altri.

    RispondiElimina