sabato 27 ottobre 2007

Ceglie e disagio giovanile


Evasioni


Vivere vorrei come cicale
eppure so che è un male.
Rifiuto essere come formica
che di sudore vive e di fatica.
Posarmi anelo come farfalle
su ogni fiore di verde valle.
Già mi pento di questo sfogo
le dolci illusioni duran poco.
Della razza son degli umani
stesso dilemma vivrò domani.


         Evasioni (T.M. su tela 50/40) di Pino Santoro                          Inedito di Pino Santoro

4 commenti:

  1. tu chiamale se vuoi... emozioni :o)

    RispondiElimina
  2. ceglieterrestre27 ottobre 2007 13:46

    Ciao Pino, sono arrivata al trullo fatato, tutto bene adesso vado a riposare.Domani sai cosa mi aspetta. Saluti alla fata Mina, Vi chiamo appena arrivo, bacioni Principessa.

    RispondiElimina
  3. Ciao Principessa e... salutami Roma.

    RispondiElimina
  4. ceglieterrestre28 ottobre 2007 11:51

    Ciao Pinio, certo che la saluto, anche se non mi piace andare in giro con la puzza di smog.

    RispondiElimina