mercoledì 10 ottobre 2007

Oltre il visibile


Cantico di Davide (Computer art di Pino Santoro)

Sgranando cantilene
occhi siderei
l’anima affondavo.
Fiaccola accesa
di un credere pagano
ultimi brandelli
sacrificai al dio Darwin.
Può fredda terra accoglierci
ultima alcova?
Da profondo cielo
agognai oracoli.
Da profonda anima
affiorò risposta.
Dal volume "Proscenio bianco di Calce" di Pino Santoro



3 commenti:

  1. ceglieterrestre11 ottobre 2007 15:29

    Dove tenevi nascosti i tuoi gioielli?

    RispondiElimina
  2. Ciao Pino,

    ogni volta che apro il tuo blog rimango a bocca aperta per la bellezza delle tue opere.


    Complimenti!!!

    RispondiElimina
  3. Grazie per l'apprezzamento. La filosofia e la religione sono per me una grande fonte di ispirazioni.

    RispondiElimina