venerdì 4 gennaio 2008

PAESAGGIO DELLA REGIONE PUGLIA




3 IL PIANO PAESISTICO TERRITORIALE TEMATICO

Il Piano Urbanistico Territoriale Tematico per il Paesaggio (PUTT/P) risulta adottato con delibera del Consiglio Regionale della Regione Puglia n.880 del 25.07.1994 e definitivamente approvato con delibera di Giunta Regionale della Regione Puglia n.1748 del 15.12.2000, pubblicata sul BURP n. 6 dell’11.01.2001. In adempimento di quanto disposto dall’art.149 del D.vo n.490/29.10.99 e dalla legge regionale 31.05.80 n.56, il PUTT/P disciplina i processi di trasformazione fisica e l'uso del territorio allo scopo di: tutelarne l'identità storica e culturale,
rendere compatibili la qualità del paesaggio, delle sue componenti strutturanti, e il suo uso sociale, promuovere la salvaguardia e valorizzazione delle risorse territoriali.
.........
Nell’analisi del sistema “assetto geologico-geomorfologico-idrogeologico”
(sempre rispetto alle tipologie di paesaggio individuate dal PUTT/P), si rileva come
emergenze geomorfologiche:
........
-
Catasto Grotte
1. Grotta masseria Iannuzzo 1
2. Grotta Marina di Lamaforca
3. Grotta del Moro
4. Buca di Mezzaluna
5. Grotta Tore Santa Sabina
6. Grotta di Belvedere
7. Grotta Giuliano 2
8. Grotta Cigliana
9. Grotta Giuliano 3
10. Inghiottitoio Masseria Padula
III-17
11. Voragine di Recupero 2
12. Voragine di Recupero 1
13. Grotta dell'Abbondanza 2
14. Grotta dell'Abbondanza 1
15. Grotta di Monte Vicoli
16. Grotta di San Michele
17. Grotta della Madonna della Grotta
18. Grotta delle Stalattiti
19. Grotta Ovile della Selva di Fasano
20. Grotta di Laureto
21. Grotta Bax 1
22. Grotta Bax 2
23. Voragine di Palmo
24. Grotta Tarantina
25. Grava della Madonna di Gallano
26. Grave delle Ciole
27. Grotta Puntore
28. Grava di Minguccio
29. Capovento Masseriola
30. Grotta della Madonna della Nova
31. Grotta nella Cava di Sant'Angelo
32. Grotta preistorica di Sant'Angelo
33. Grotta sotto la cima di Monte Sant'Oronzo
34. Grotta di Sant'Oronzo
35. Grotta Chiesa di Santa Maria di Agnano
36. Grotta nella Cava di San Lorenzo
37. Grotta di San Giusto
38. Grave di San Biagio
39. Ghrotta del Tasso
40. Grotta di San Biagio
41. Grotta Donna Gnora
III-18
42. Grotta del Monte Scotano
43. Grotta di Facciasquata


Nell’analisi del sistema “Copertura botanico-vegetazionale e della potenzialità faunistica”, si rileva la scarsa presenza di segnalazioni di bosco o macchia (tipologie individuate dal PUTT/P); si tratta di aree residuali localizzate nei territori dei Comuni di Fasano, Cisternino Ostuni e Ceglie Messapico, fascia territoriale corrispondente al passaggio di quota tra la pianura adriatica e l’altopiano della Murgia.
Vi sono parti di territorio sottoposte a Vincolo Idrogeologico (R. D. 30.12.1923 n.3267 e R.D. 16.05.1926 n.1126) in zone localizzate nei territori dei Comuni di Fasano, Cisternino Ostuni e Ceglie Messapico, coincidenti alla fascia territoriale corrispondente al passaggio di quota tra la pianura adriatica e l’altopiano della Murgia. e lunga la fascia costiera del Comune di Carovigno.
Si specifica che detto vincolo in genere viene apposto per evitare la denudazione, la perdita di stabilità, o per evitare significative modificazioni del regime delle acque e che qualsiasi intervento in aree sottoposte a Vincolo Idrogeologico è soggetto alla discipline stabilita dal citato DRL n.3267/1923.
Continua a leggere dalla Fonte

1 commento:

  1. ceglieterrestre5 gennaio 2008 02:40

    Buongiorno Pino, speriamo che questa sera la Befana ci porta qualcosa di buono. Intanto devo andare ancora a lavorare.Un caro saluto a tutti franca

    RispondiElimina