lunedì 26 novembre 2007

Inno alla vita



Foglie in autunno
cadevano
tardive illusioni.
Lunghe consumavo
attese di evento amico,
“...aspira l’Uomo
esser grande ed immortale
si affida ai Potenti
e gli offrono guerre e male
consulta i Sapienti
e lo dicono disceso da animale
disperato infine si chiede
la sua vita cosa vale
si rifugia nella Fede
in Essere soprannaturale
ritrova dignità e umiltà
di essere mortale…”
Luce
squarciò la notte.
Con occhi bambini,
la vita guardai.
Finalmente l’amai.

Da "Proscenio bianco di calce" di Pino Santoro

6 commenti:

  1. grazie per questo post Pino. Parole e immagini consolano

    RispondiElimina
  2. Le parole associate all'immagine fanno venir la pelle d'oca......

    RispondiElimina
  3. ceglieterrestre27 novembre 2007 10:56

    Sei riuscito a placare la mia tristezza, grazie Pino.

    RispondiElimina
  4. ciao Pino... è molto bella ...

    RispondiElimina
  5. ceglieterrestre28 novembre 2007 13:58

    Ogni giorno ci sono ostacoli da superare, e spesso mi feriscono, mi fanno male, mi spaccano il cuore, poi basta che un amico mi manda un fiore virtuale, un'immagine tenera, o delle parole sincere, e la mia vita, di nuovo si colora. Un semplice grazie e poco, vi dico solo che vi voglio a tutti tanto bene. Per voi amici che mi venite a trovare.



    Immagine donata nel commento da una amica ziagrariama.


    Pianto di una rosa


    Gocce di rugiada

    gocce di pianto

    gocce d'amore

    di un angelo

    delicate si posano

    sui petali rosa

    del tuo fiore.


    franca bassi

    RispondiElimina
  6. spiritus mundi 2008

    [..] Immagine tratta dal blog di Pino Santoro per leggere il programma clicca sull'immagine --> [..]

    RispondiElimina