mercoledì 27 gennaio 2010

Rinfreschiamo la memoria annebbiata

4 commenti:

  1. Primo Levi scriveva: «Se la vigilanza degli storici, del pubblico e delle istituzioni democratiche dovesse allentarsi, tutta la mostruosa macchina nazista sarebbe scagionata, e il disprezzo che in tutta Europa perdura nei riguardi dei regimi totalitari tenderebbe a sparire. Per questo è importante compito di noi ebrei, di noi superstiti, di noi europei democratici e antifascisti, di non permettere a questa insolenza di prevalere. Se il mondo potesse essere convinto che Auschwitz non è esistito, costruire un secondo Auschwitz sarebbe più facile, e nulla assicura che divorerebbe solo ebrei».

    RispondiElimina
  2. E' il delegare agli altri di pensare per noi che è molto pericoloso. Possono rifilarci anche un negazionismo che non regge nemmeno con un potentissimo attack.

    RispondiElimina
  3. ceglieterrestre27 gennaio 2010 11:50




    Per ricordare... 
    Ogni attimo nel mondo ci sono
    bambini donne anziani
    che subiscono la nostra violenza!
    A cosa serve ricordare
    se l'uomo continua ancora a uccidere?
    Ogni attimo ci sono nel mondo
    esseri umani che muoiono
    nelle nostre mani.
    Lo dobbiamo ricordare ogni attimo
    per non dimenticare!

    franca bassi

    RispondiElimina
  4.  
    usiamo la memoria per non dimenticare...

    RispondiElimina