giovedì 13 novembre 2008

Poesia



M'inebria pace
se raro in ogni anfratto
dilaga silenzio.
Raggomitolate albe
dipano settembrine
quando sole frantumava
residui di cobalto
e fichi d'india attendevano
freschi di rugiada.
 
Riposi rossi di oleandro
filtrano da fessure del passato.


Pino Santoro

3 commenti:

  1. ceglieterrestre13 novembre 2008 09:52

    bellissima!

    ...Raggomitolate albe...

    RispondiElimina
  2. Veramente bella!

    Spero di acquistare il libro, durante le prossime festività natalizie.

    Buona giornata

    dg

    RispondiElimina
  3. Grazie. Emoziona pure me ogni volta che la leggo. La persona raffigurata sulla copertina è il nonno che ha conosciuto Don Pietro Lerna.

    RispondiElimina