sabato 13 novembre 2010

A strascine de San Martine


Questa mattina stavo rientrando da una commissione quando mi ferma un amico di nome Pietro (alias Marcandonjie) e si sviluppa questo dialogo:

Pietro - Uè Giusé tutt'a ppost?
Pino - Sine i tu
Pietro - Nangi sciste alla festa di San Martine alla chjazza vecchje?
Pino- None ca tineve da fà i nangi riuscive a sci.
Pietro - Viate a tte, angore iosce na mmi sto ccoggje pi li dilure di vendre. Ajere stieve triste.
Pino . I piccè?
Pietro - Fascere male li fasule a tanda crestiane. Madonna cce brutta esperienze.
Pino - Scià mena, quessa festa vi l'eta rricurdà pi nnu picca de tiembe.
Pietro - Sine rite pure ca nangi l'a ccappate tu.
Pino - Ma li fasule l'one pueste a bagne jind'a ll'acqua sole o ione pueste pure nu picche di cchjù de bicarbonate pi li fa arrimuddà meggjie?
Pietro - I cce nni sacce. Sole ca da mu da nande li fasule mi la gghi mmangià sule a casa meje.

2 commenti:

  1. ceglieterrestre14 novembre 2010 12:19

    ciaoPino un caro saluto a tutti

    RispondiElimina
  2. io vi avevo avvisati, però

    RispondiElimina