mercoledì 7 gennaio 2009

A proposito di smaltimento





Pochi giorni fa l'associazione Passoditerra ha stampato un poster in cui vengono illustrate una parte delle varietà locali di prodotti che caratterizzano la biodiversità cegliese.
E' conseguente ricollegarsi alle "proposte indecenti" pubblicate da Dylandog in cui si promuove
un utilizzo consistente di prodotti biologici locali e di stagione.
Se venissero regolarmente preferiti tali prodotti del nostro territorio, si contribuirebbe ad un considerevole risparmio energetico dovuto ai lunghi trasporti, ad un minore inquinamento e, non meno importante, ad un migliore benessere economico locale.
Alcuni nostri produttori sono attrezzati per vendere, in latterie site nel centro abitato, ottimo latte sfuso (me ne servo personalmente) a basso costo e con risparmio di contenitori da dover aggiungere ai tanti rifiuti da smaltire.
Inoltre si produce un ottimo olio ricavato da olive locali "alije nardol" che in questo periodo dell'anno è disponibile in grandi quantità. Immaginate quante bottiglie di vetro in meno da smaltire nell'arco dell'anno e quanto si risparmierebbe se, attrezzati di un contenitore idoneo, ci procurassimo la scorta di olio per tutto l'anno?
A questo scopo si potrebbero organizzare, da parte dell'Amministrazione Comunale, adeguate fiere promozionali per sensibilizzare la gente a  consumare prodotti  biologici di ottima qualità, reperibili sotto casa.



8 commenti:

  1. la verità è così banale ed evidente che, nella nostre epoca dell'apparire più che dell'essere, passa inosservata

    RispondiElimina
  2. ceglieterrestre8 gennaio 2009 03:50

    Si scrive salviamo l'Italia, ma in pratica, in pochi lo fanno.

    Ciao Pino, un grande abbraccio a tutto il gruppo. bacione franca

    RispondiElimina
  3. Una volta tante famiglie si procuravano l'olio locale per tutto l'anno. Adesso siamo organizzati diversamente e forse non abbiamo posto per "u zinn∂"; mi pare si chiamasse così. Però qualcosa si può fare.

    RispondiElimina
  4. Sono diminuiti di parecchio coloro che si procurano la scorta per tutto l'anno ma esistono. Con poco più di 40 euro ci si può procurare un contenitore di 50 litri in acciaio inossidabile, praticamente indistruttibile. Al primo anno si ammortizza sicuramente la spesa e penso che di spazio ne occupi davvero poco.

    U zinn' invece era il vecchio contenitore di alluminio molto sottile e non era spostabile, una volta riempito di olio, perché molto fragile.

    RispondiElimina
  5. carissimi amici faccio un piccolo appello a commentare le nuove foto inerenti al problema rifiuti sul mio blog .

    RispondiElimina
  6. Le cose semplici appaiono le più difficili da realizzare..chissà perchè??

    RispondiElimina
  7. biondidomenico10 gennaio 2009 05:32

    IO VOTO NO.

    Non non mi paga da anni.








    Comunque vieni a fare un salto dal Diavoletto.

     C'è il nuovo sondaggio.



    Clicca qui.

    RispondiElimina
  8. Sarò retrograda....ma lu zzinn ancora lo uso anche io.... e na ssè quant è comd....

    RispondiElimina