mercoledì 14 marzo 2007

Ritratto napoletano


Opera di Pino Santoro (olio e acrilici su tela 30/40)

31 commenti:

  1. Ciao Pino, "Ritratto napoletano" ieri mi sembra che non c'era, mi piace molto dove posso vedere le tue opere? hai trovato qualcosa su mio figlio? mio nipote vieve sabato e mi sistema il computer buona serata ciao terrestre

    RispondiElimina
  2. Ciao terrestre

    Il ritratto l'ho appena inserito.

    Le mie opere le puoi vedere nel sito personale www.pinosantoro.it però mancano le ultime che ho realizzato.

    Su tuo figlio si trova un pò di materiale su internet abbinato ai film a cui ha collaborato

    ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Ciao Pino, ogni giorno sto cercando di leggere un pò qua e un pò là facendo degli sbagli, mio nipote viene sabato e spero che mi sistema tutto, io di francesco ho trovato diverse cose anche se non sono aggiornate questo lo faremo poi se hai un fax ti posso inviare una decina di fogli, così è più semplice senza perdere tempo io per trovarlo ho dovuto inserire anche in inglese la sua professione

    filmography francesco pintore

    poi come clapper loader, senza che perdi tempo ti posso inviare quello che ho. Un caro saluto.la terrestre

    RispondiElimina
  4. Ciao Pino poco fà ti avevo scritto ma tutto è sparito dal quadratino, comunque se hai tempo sul mio blog ci sono gli ultimi scritti, vedi se ti sono utili per il quadro, io la sera scrivo sempre qualcosa.

    Ciao, "laterrestreCegliese"

    RispondiElimina
  5. Ciao Pino, non so se hai letto sul mio blog lo scritto che ti avevo detto penso che ti può essere utile per il quadro, ho sempre paura di sbagliare scrivendo su diversi sito ancora non ho sintonizzato lastrada più semplice

    RispondiElimina
  6. Vedi quanti sbagli faccio scusami

    RispondiElimina
  7. Per lo smemorato, STUPENDO!

    Cosa?

    "laterrestrecegliese"

    RispondiElimina
  8. Franca nella lista dei link qui a fianco ho messo la terrestre cegliese per accedere al tuo blog.

    Ho letto la storiella che hai scritto e la trovo molto bella e l'ho capita benissimo anche se sono stato romano per solo cinque anni.

    Tuo nipote Andrea è "quer simpatico rigazzino" che fotografò tutta la mia mostra, la chiesa e di nascosto mentre parlavamo pure me?

    Ciao Pino

    RispondiElimina
  9. Stupendo!

    Io penso che ti riferisci a quadro,

    io più lo guardo e più lo trovo bello, scaturisce serenità, voglia di vivere, amore, queste sono solo parole,

    troppo banali,per descriverlo.

    Ho provato a socchiudere gli occhi

    mi sorride ancora di più.

    Per adesso mi arrendo, lascio alla fantasia di scrivere per me nuove parole per "ritratto napoletano"

    Grazie Pino per i doni che ci fai.


    franca bassi "laterrestrecegliese"

    RispondiElimina
  10. biondidomenico15 marzo 2007 05:32

    Come se tra il soggetto e la tela ci fosse un velo che dilata sinteticamente il bagliore del viso. Le geometrie e le luminosità artificiali non coinvolgono e non influenzano se non superficialmente l'essere umano che non si appropria di visioni artefatte. Bravo!

    RispondiElimina
  11. Si Pino, Andrea lo hai conosciuto quel giorno in chiesa, sta spesso com me, io sto scrivendo queste storielle che sono fatti veri, per far comprendere a certi figli, che anche i nonni servono per trasmettere la memoria l'amore per la famiglia, amore per la vita,

    amore per la terra,

    "Le nostre radici".


    "laterrestrecegliese"

    RispondiElimina
  12. Pino, come è facile,sta diventando sempre più pratico, grazie per il link non ti chiedo come hai fatto,a me sta bene così, mi sembra di aver compreso che posso scrivere dove voglio giusto?ciao

    "laterrestrecegliese"

    RispondiElimina
  13. Giusto terrestre, puoi commentare di volta in volta i post che vengono pubblicati. Vedi che internet non è difficile ed è divertente?

    RispondiElimina
  14. Grazie Domenico, un giudizio davvero tecnico.

    RispondiElimina
  15. biondidomenico15 marzo 2007 07:14

    Nella prossima tela devi dipingere l'anima.

    RispondiElimina
  16. Ciao Pino giusto quello che ha scritto "Biondidomenico" devi dipingere.....il sorriso la mia anima...

    laterrestrecegliese

    RispondiElimina
  17. Quel ritratto mi fu commissionato con quelle caratteristiche.

    Con la terrestre mi voglio sbizzarrire un pò di più.

    RispondiElimina
  18. Pino, io non ho fretta

    tu hai compreso bene la terrestre

    io sono un libro aperto, chi mi legge fino al mio profondo, trova la mia "anima"


    laterrestrecegliese

    RispondiElimina
  19. Vi lascio presto oggi ho lavorato molto, ho bisogno di rilassarmi, vi augoro a tutti una buona serata

    "la terrestre cegliese"

    RispondiElimina
  20. Un saluto a tutti gli amici, oggi non sto a Ceglie.

    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  21. Troppo bella la giornata oggi per non godersi la campagna per tutto il giorno. Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  22. ceglieterrestre17 marzo 2007 09:47

    Ciao Pino, io con le foto della primavera, che tu hai messo, posso, solo con la mia fantasia immaginare

    il posto e sentire l'odore delle erbe selvatiche attorno.Oggi è venuto mio nipote, mi ha registrastrato e messo delle foto, sul mio blog penso che ti possono essere utili, la mia preferita

    quella in primo piano che si vede il mio sorriso, il tramonto negli occhi e ho i capelli bagnati. A questa foto ho dedicato due mie poesie:

    1) Tramonto negli occhi

    2) Dedicata a Franca

    Un caro saluto la terrestre cegliese

    RispondiElimina
  23. ceglieterrestre17 marzo 2007 09:51

    Scusami Pino, ma io con questo piccolo quadratino solo dopo vedo quanti sbagli ho fatto

    leggasi: registrato, a me serve un grande foglio ciao terrestre

    RispondiElimina
  24. Ciao Franca.

    Finalmente sei dei nostri a tutti gli effetti. Tuo nipote ha fatto un ottimo lavoro. Oggi ho scattato altre foto primaverili, le pubblicherò appena possibile.

    RispondiElimina
  25. ceglieterrestre18 marzo 2007 01:50

    Ciao Pino, un caro saluto,sto andando in campagna dove ho un casale del 1845, che sto vendendo in quanto il vicino è quella certa persona che ha ..."vecchia quercia"

    te la ricordi la poesia.

    La terrestre cegliese

    RispondiElimina
  26. Si Franca ricordo la vecchia quercia. Non ti merita come vicina. Comunque sarà molto bello quel casale. Si trova nella campagna romana?

    RispondiElimina
  27. Ciao Pino, scusa se rispondo in ritardo, la zona è vicino Roma circa 50 km. "Sabina" località MONTELIBRETTI ,la campagna rigogliosa,piante secolari di Quercia-Olivo( esiste a "Canneto" una pianta di olivo di oltre 2000 anni la puoi vedere su internet)avevo preso quel casale, mi ricordava, l' infanzia trascorsa, arrampicata su grandi alberi di Castagno e l'odore della mentuccia tutto intorno, non riesco a darmi pace, devo vendere il mio caro casale.

    Un caro saluto la terrestrecegliese

    RispondiElimina
  28. sono veramente belli ciao.

    RispondiElimina
  29. E' tardi, vi saluto amici domani mi aspetta un'altra giornata di lavoro la terrestre vi lascia per andare nel suo bosco di quercie, buona notte.

    laterrestrecegliese

    RispondiElimina
  30. spanish classes newcastle nsw...

    Le mie radici di Pino SantoroRitratto napoletano...

    RispondiElimina