lunedì 12 marzo 2007

Dante in dialetto cegliese

La Divina Commedia tradotta in vernacolo da Luellel e Gisan51

Inferno
Canto primo
V.1-18

Ammienz'  alla strat' dirrupat' d' la   vit'
 
m'acchiev' nu jurn  jint' a nnù voscu scur'

addò  pur' lu  passatur' erj sparit'

 

Madonn , a discj ciò chè stat' jè navv'ntur'

na buscaglja sarvaggja ,difficil' j stort'

cca sol' a pinzarl' mi pigghia la pavur'.!

 

Et'  tant'amar'  j brutt' cca nient' et'a mort' ;

ma ppi parrà  du bben ca v' jacchiaj

vagghj discj  pur' di tutt'  l'at' cos' 'gnj sort.

 

Ji nassaccj com' et' ca  trasiv' addaj,

m'er'  talment' addurmiscjut' di tuttu punt'

cca la vera strat' dretta  ji lassaji.

 

J quann  abbascj u  mont  m'acchiaj  gjunt' 

giust addò sj finev' quedda bella vall'  

ca di tirror' j mort'  già m' v'dev' defunt' ,

 

uardaj all'arja j nnj  vidiv' lli spadd giall

cu lla luscj di li raggj da comet'

ca la strat' segn' al'omm' j a lli farfall'.
Luellel
clicca qui


V.19-36
Ma dopp’ ca’ pavur’ fo nu picca’accuet’
ca ijnd’a fogg' du cor m’er’addurat’
a nott ca passev’ fo cu stom’c’ aggret’.

J com’a cudd’ ca cu a leng’ anziccat’
dopp ca j jiassut' for do mar’ sobb’a riv’
tr’mend’ aggret l’aque’ tutt’angazzat’,

Accussì u’ cor’mij c’angor’ na’ cr’dev’
s’ vutò angor’ aggret’ a tr’mend u’ pass’
ca na lassò maj’ nisciun’ angor’ viv’.

J dopp’ ca m’ ppuggev’ sobb’a nu mass’
piggijev’ bellu bell’ a strat’ da riv’ disert’
j tinev’ u pet’ bbuen’ semb’abbasc’.

Com’accumenz’ na bbella nghianata jert’
na lonz’ mazz’ j na sajett’ o mov’ li recchj
d’ pil’ pizzat’ totta quand’ er’ cuvert’;

j nna si ni scev’ maj da nanz’ all’ uecchij’
j nnu mpedimend’ er’pi mme o camin’
ca ci vutav li piet’ er’ assè vot’ megghij’.
Gisan51

8 commenti:

  1. Ok va benissimo, però (scusami se mi permetto) non sarebbe meglio inserire prima l'altro pezzo?

    Pensaci !

    RispondiElimina
  2. Ok fatto.Però volevo trovare un modo per collegare i blog senza ripetere le stesse cose in ambedue, anche con dei numeri sequenziali per facilitare la lettura.

    RispondiElimina
  3. se mi dai un attimo creo il collegamento sull'im oppure sul titolo.

    Vedrò oiù tardi

    .....

    sei fantasticamente

    dantesco.

    grazie gisan

    RispondiElimina
  4. ve lo risolvo io il problema ;o)

    RispondiElimina
  5. Giacomo aspettiamo un altro elemento per rendere cegliese Dante

    RispondiElimina
  6. http://pietrogatti.splinder.com/post/11329463/Un+evento%3A+%C3%A8+iniziata+la+traduzione+di+Dante+in+lingua+cegliese

    RispondiElimina
  7. Alla prima favorevole occasione pubblica recitateci il Dante cegliese. Sarà un trionfo. lestradelcuore

    RispondiElimina
  8. biondidomenico13 marzo 2007 13:35

    Certo che sta diventando un lavoro correre da un blog all'altro e scoprire tutte le novità e le iniziative di questo paese che QUALCUNO vuole addortmentato. Forza Pino.

    RispondiElimina