domenica 29 marzo 2009

Chiesa di San Gioacchino


Morte di San Giuseppe (composizione statuaria)



Discesa di Cristo nel Purgatorio (composizione statuaria)



Dalla "Divina Commedia"


traduzione cegliese di Pino Santoro




43Nu dulore granne mi pigghjò o core quann'u sendive,


I ccè crestiane de grossu valore


canuscive ca jind'ò limbe stavene cull'aspettative.




46“ Dimme, uè mestru mije, dimme, segnore”


accuminzieve ji pi vulundà jete certe


da queda fete ca venge agne arrore:




49“jassì maje angunune, o pi suve merte


o pi l'ate, ca po devendò viate?”


I quide, ca ‘ntise u parlà mije cuverte,




52respunnì “ji ere nueve jind'a stu state,


quann vedive vinì nu putende


cu signe de vittorije angurunate.


 


55jassì l’ombre du prime parende,


d’Abbèle figghju suve i queda de Noè,


de Musè leggiste i ubbidiende;


 


58Abbrame patriarche i David'u re,


Israel cu attane i cu le suve nate


i cu Rachele, pi queda ca fesce assè;


 


61i jate assè i le fesce viate;


ji vògghje cu ssè ca, annanze a jisse


spirde crestiane maje erene sarvate”.




Testo originale


43Gran duol mi prese al cor quando lo ‘ntesi,


però che gente di molto valore


conobbi che ‘n quel limbo eran sospesi.




46“ Dimmi, maestro mio, dimmi, segnore”


comincià io per volere esser certo


da quella fede che vince ogne errore:


 


49“uscicci mai alcuno, o per suo merto


o per altrui, che poi fosse beato ?”


E quei, che ‘ntese il mio parlar coverto,




52rispuose “Io era nuovo in questo stato,


quando ci vidi venire un possente


con segno di vittoria coronato.


 


55Trasseci l’ombra del primo parente,


d’Abèl suo figlio e quella di Noè,


di Moisè legista e ubidente;


 


58Abraàm patriarca e David re,


Israel con lo padre e cò suoi nati


E con Rachele, per cui tanto fè;


 


61e altri molti e feceli beati;


e vò che sappi che, dinanzi ad essi


spiriti umani non eran salvati”.


3 commenti:

  1. Che bella idea la traduzione ;-))

    RispondiElimina
  2. ceglieterrestre1 aprile 2009 12:01

    Quante cose belle Pino sai fare, bravo!

    RispondiElimina
  3. Complimenti Pino!

    dg

    RispondiElimina