lunedì 24 agosto 2009

A chi si riferisce quella scritta?


Buontempone o incazzato?


Un cartello sovrasta i rifiuti che giacciono, da diversi giorni, sulla via per Fancavilla.
E' vero che una parte (pochi in verità) dei cegliesi non si adegua alla raccolta differenziata e preferisce scaricare senza nessun senso civico, ma quei rifiuti sono lì da più di dieci giorni e questo non è colpa dei cittadini.
Diciamoci la verità, la raccolta non decolla, come  dovrebbe, per colpe incrociate.
Se quella scritta la considerassimo rivolta un pò a tutti (cittadini, amministrazione  comunale e incaricati della raccolta), le cose andrebbero sicuramente meglio.
Lo scaricabarile danneggia tutta la comunità.
Muvim'n nu picch'




N.B. i rifiuti impediscono chi vuole differenziare il vetro


12 commenti:

  1. Difficile che sia un buontempone.

    RispondiElimina
  2. ceglieterrestre25 agosto 2009 03:26

    Ciao Pino, da quando sono arrivata, tutto intorno a Ceglie ci sono tantissimi cespugli di rovi strani, che hanno partorito frutti esotici (frigo, bidè, lavatrice ecc...).Certo per un turista e per gli stessi abitanti non è piacevole vedere spazzatura in ogni incrocio. Mettere i cassonetti e poi non passare periodicamente è inutile, serve solo a fare guadagnare il fabbricatore di cassonetti. Mi ricordo una volta a Roma un certo capo di stato, aveva riempito la città con infiniti semafori, ma questi non funzionavano. Un' altro governante aveva messo fioriere in tutte le piazze, ma poi non passava nessuno a custodirle. Mi chiedo a cosa servono questi sprechi, io dico sono solo appalti e basta! Trovo che sia inutile fare le luminarie, fuochi di artificio e poi non accenderli. Installare nuovi secchioni e poi vedere questi spettacoli e veramente vergogna per il paese e per i paesani Mi sono prenotata per fare prendere rifiuti ingombranti ancora aspetto! Adesso la davanti al mio trullo nella mia aia sono alle stesse condizioni. Ho chiesto se c'era un servizio a pagamento per farli portare a un deposito ma non ho trovato nulla. Diciamo che non servono le belle parole sono i fatti che contano. Inutile mettersi un vestito nuovo se non siamo puliti! Deduco che tutte le buone intenzioni e tutte le opere se restano incompiute sono opera fatte a perdere! Anche i Santi si arrabbiano!

    RispondiElimina
  3. Muvim'n nu picch': caro Pino queste parole contengono la soluzione o perlomeno il miglioramento della situazione. Hai ragione lo scaricabarile non serve a nessuno, la buona volontà risolve tanti problemi.

    Vorrei inoltre sottolineare che questo tipo di problema NON E' tipico di Ceglie.


    RispondiElimina
  4. Siamo sulla strada giusta.

    Oggi pomeriggio era tutto ripulito a dovere.

    Dobbiamo, però, continuare a mantenere decorosamente pulita la città e soprattutto le periferie.

    Franca ha ragione quando si lamenta della situazione. Sulla via di Martina, la strada che da san Giovanni che porta alla pineta Ulmo, c'è la stessa situazione che ho documentato sopra. La differenza è che i rifiuti ingombranti sono lì da qualche mese. E potrei parlare anche della situazione della pineta Ulmo dove molta gente si reca alla fontana per riempire acqua da bere vicino ad un vero letamaio.

    Sinceramente attendere fino ad un mese per ritirare rifiuti ingombranti è veramente troppo.

    Anche la paziente Franca si spazientisce perché in questi giorni arriveranno ospiti da Roma e troveranno il piazzale occupato.

    RispondiElimina
  5. La colpa è di chi deve controllare la regolarità degli scarichi. Una buona lezione a chi trasgredisce scoraggerebbe gli scarichi abusivi e selvaggi.

    RispondiElimina
  6. Ci risiamo.

    Il buon funzionamento di un servizio è proporzionale alla collaborazioni delle parti. In questo caso: cittadini che devono utilizzare correttamente un servizio, azienda che deve raccogliere bene e regolarmente i rifiuti e amministrazione che deve controllare la regolarità del servizio (scarico dei cittadini e raccolta dell'azienda) intervenendo anche con sanzioni ai trasgressori fino alla revoca del contratto per mancato servizio all'azienda incaricata.

    RispondiElimina
  7. Ci u crapar' na je bbuen a morr di li pechr si scilesc'.

    Se il pecoraio non è valido il gregge va in ordine sparso.

    Chi da le disposizioni deve essere in grado anche di farle rispettare.

    P.V.

    RispondiElimina
  8. ceglieterrestre25 agosto 2009 16:22




    Ci sono mestieri che stanno sparendo. Gli “spazzini”, prima ogni mattina s' incontravano per le vie della città con i carretto e la grande scopa di saggina, erano bravi! tenevano pulite le strade. Adesso ogni tanto si vedono, ma al bar per fumare la sigaretta, prendere il caffè e farsi una bella chiacchierata della sera prima; e le strade piangono per la sporcizia. E' vero Giacomo, non è solo di Ceglie il problema, ma non bisogna prendere esempio dalle città che non riescono a stare in ordine, ci sono anche città modello. Io sono sola e non faccio molta spazzatura e pago tantissimo in per ogni casa che ho; e non mi fa piacere vedere lo scifo che regna nella mia zona. Mi piacerebbe andare a fare due passi alla Pineta Ulmo, adesso è stata messa una bella recinzione di legno, mi sono chiesta cosa si doveva recintare? Forse bisognava recintare la spazzatura? Perché non si mette un guardiano? Domani mi arrivano degli ospiti e mi trovo in difficoltà a mostrare dove vado a prendere l'acqua. Speriamo che vengono a ritirare la spazzatura ingombrante sulla mia aia. Comunque non mi piace polemizzare, a me piacerebbe una Ceglie più funzionante e pulita, non chiedo molto, basta un po' di buona volontà da parte di ognuno di noi. Grazie un caro saluto a tutti gli amici.

    RispondiElimina
  9. biondidomenico26 agosto 2009 04:10

    Ciao Pino. Ho visto che sei in contatto telepatico con la signora Cazzàngul, infatti anche lei ha notato quella scritta e ne ha fatto un post.

    RispondiElimina
  10. E io che vedo dalla Germania queste foto che devo pensare??? qui la musica e diverso..qui ti prendono primo o poi.e te la fanno pagare cara Francesco

    RispondiElimina
  11. Si stava diffondendo la voce che quella discarica era controllata dalle telecamere ma l'unica che si trova nelle vicinanze è quella che controlla lo sfasciacarrozze.

    Giovanni R.

    RispondiElimina
  12. Assurdo!!! A farla apposta non ci saremmo riusciti!!!

    Comunque è meglio così, a rischio di sembrare ripetitivi o monotoni!!! Meglio due post contemporaneamente che nessuno che esponga il problema!!!

    Chissà se le orecchiette al profumo di scorz di mulòn sapn bbuen....

    RispondiElimina